02/10/2022

Counting Crows, Padova

02/10/2022

Ministri, Bologna

02/10/2022

Marlene Kuntz, Palermo

03/10/2022

Sigur Ros, Padova

03/10/2022

David Keenan, Torino

03/10/2022

Will & The People, Milano

03/10/2022

Godspeed You! Black Emperor, Roma

04/10/2022

Sigur Rós, Milano

Agenda

Scopri tutti
Upanishad

Upanishad “Reverse Reflection”

Un disco teso, ruvido e arrabbiato come ci si aspetterebbe da una band che ha visto gli ultimi due anni praticamente cancellati

“Reverse Reflecion” è il secondo disco dei toscani Upanishad che esce l’11 febbraio 2022 su Red Cat Music, a distanza di tre anni dal loro esordio del 2019. Un disco teso, ruvido e arrabbiato come ci si aspetterebbe da una band che ha visto gli ultimi due anni praticamente cancellati. Il trio formato da Vanni Raul Bagaladi, voce e chitarra, dal batterista Lapo Zini e da Mirko Bazzocchi al basso e cori punta tutto sulla loro impressionante coesione sonora/musicale che permette loro di accarezzare generi diversi anche all’interno di una stessa canzone. Nella bio si legge che la band nasce all’inizio del 2000 come gruppo “progressive” e quella vena di libertà e di sperimentazione è ancora forte nel loro dna musicale così come l’amore per il Crossover.

È la persistente aria di libertà e di emancipazione a rendere avvincente l’ascolto di “Reverse Reflection”: un susseguirsi di canzoni che non sembrano cedere un secondo all’auto compiacimento ma che si nutrono del desiderio di fermare il momento, di catturare una sensazione e il susseguirsi ora naturale ora nevrotico dei singoli stati d’animo. La distorsione acida della chitarra, il basso perennemente sporco che martella la mente peggio di un martello pneumatico mentre la batteria non perde un beat, disegnano immagini, scattano fotografie dalle tinte forti come quelle di un cronista di guerra, impavido e pronto a morire per raccontare la realtà, quello che i suoi occhi vedono.

Titoli espliciti come “TheCatIsInTheCar” o “BadName4ADog” sembrano schegge di follia quotidiana, mentre “DayDream” trasuda di tutta la più sincera solitudine che nemmeno “The Stranger”, lo straniero, può frenare.

Vi lascio alle parole degli stessi Upanishad che definiscono “Reverse Reflection” un disco di conflitti, contraddizioni, speranze, paure  umore, violenza, visioni romantiche e fantasie come le loro menti

Articolo di Jacopo Meille

Track list “Reverse Reflection

  1. Love&Will
  2. TheCatIsInTheCar
  3. DarkerSide
  4. BadName4ADog
  5. DayDream
  6. Magik!
  7. BubbleTrap
  8. Summoners
  9. ReverseReflecion
  10. FireDrops
  11. TheLover
  12. TheStranger
  13. TheSwarm
  14. TheTruck
  15. GoinOn
  16. TimeVsEinstein

Line up Upanishad

Vanni Raul Bagaladi – voce e chitarra / Lapo Zini – batteria / Mirko Bazzocchi – basso e cori

Upanishad online:

https://www.upanishad.eu
https://www.facebook.com/Upanishadproject
https://www.instagram.com/upanishad.band

Iscriviti alla newsletter

Condividi il post!