01/02/2023

The Kooks, Milano

01/02/2023

Banco del Mutuo Soccorso, Firenze

02/02/2023

Rancore, Torino

02/02/2023

Blindur, Torino

02/02/2023

Lepre, Terni

02/02/2023

Banco del Mutuo Soccorso, Lucca

03/02/2023

Dead Visions, Bologna

03/02/2023

Big Cream, Bologna

03/02/2023

Tacobellas, Bologna

03/02/2023

Strana Officina, Roma

03/02/2023

Foja, Torino

03/02/2023

Rancore, Brescia

Agenda

Scopri tutti

Le Pietre dei Giganti video-intervista

Heavy Rock teso e solenne, sporcato di detriti Stoner e ammantato di Neo-psichedelia, lambisce a tratti il Progressive degli anni ‘70

Le Pietre dei Giganti

“Veti e culti” è il nuovo album della band fiorentina Le Pietre dei Giganti, uscito in vinile e digitale il 25 febbraio 2022 per Overdub Recordings. Un lavoro davvero particolare e maturo, che segue l’esordio “Abissi” del 2019. Nel tempo che è intercorso, anche grazie all’attività portata avanti dal vivo, hanno acquisito maggior consapevolezza riguardo al sound che volevano ottenere e alle immagini che volevano evocare attraverso la loro musica, scrivendo un album che adesso li rappresenta appieno.

Le Pietre dei Giganti sbattono in faccia all’ascoltatore tutta la potenza dell’elettricità. Il loro Heavy Rock teso e solenne, sporcato di detriti Stoner e ammantato di Neopsichedelia, lambisce a tratti il Progressive degli anni ‘70, ma presta ora più che mai molta attenzione anche alla parte percussiva, assecondando una ritmicità primordiale, e a quella elettronica, con l’inserimento di synth e campioni processati. Dell’album e del loro percorso ne parliamo con loro, ospiti dell’Associazione La Chute nel teatro Il Progresso di Firenze.

Articolo di Francesca Cecconi, video-editing di Claudio Rogai

Iscriviti alla newsletter

Condividi il post!