01/10/2022

Assalti Frontali, Palermo

01/10/2022

Sons of the East, Milano

01/10/2022

Sons of the East, Milano

01/10/2022

Godspeed You! Black Emperor, Bologna

02/10/2022

Counting Crows, Padova

02/10/2022

Ministri, Bologna

02/10/2022

Marlene Kuntz, Palermo

03/10/2022

Sigur Ros, Padova

03/10/2022

David Keenan, Torino

Agenda

Scopri tutti
Bitter Branches

Bitter Branches “Your Neighbors Are Failures”

Uno zig-zag continuo fra tradizione e innovazione, note citazioni che di sicuro fanno felici gli amanti del Mathcore e Metalcore

Esce il 25 febbraio 2022 per la Rude Records /Equal Vision Records il nuovo disco dei Bitter Branches, supergruppo che racchiude diversi componenti della scena Post-Hardcore di Philadelhia (Deadguy, Kiss it Goodbye, No Escape, Calbary, Walleye). Il neonato progetto è di una violenza estrema e a mio avviso ha una forte influenza che viene direttamente dall’Hardcore degli anni ’90.

Uno zig-zag continuo fra tradizione e innovazione, note citazioni che di sicuro fanno felici gli amanti del Math-Core e Metalcore, con una leggera inclinazione verso gli Helmet e derivati; una devozione biblica verso gli stop and go e la sincope classica dell’epoca d’oro di John Stainer prima di diventare una drum machine al servizio dei Battles.

Un estremo rispetto e applauso fortissimo a Tim Singer, voce nei Bitter Branches, per la firma indelebile fra reading e cantato, o meglio urlato. Una voce consumata e graffiata che di sicuro farà sorridere e commuovere i nostalgici di David Yow o chiunque, come me, pensa che “King Of The Jews” sia matrice di ispirazione per questa rinata voglia di portare il Noise/Post-Hardcore visibile alle nuove generazioni da Tik Tok e cuoricini spammati durante le live streaming.

“Your Beiughbors Are Failures” è un pugno solido su un bancone di marmo, una eccessiva dose di sarcasmo nei testi che caratterizza una costante per tutta la durata del disco. Come non osannare il delirio di “Have You Tried Jogging?” le raccomandazioni di una società becera e materialista dove ognuno crede di poter manipolare o dire la sua sul modo di vivere di altri.

Stranger says to me// Says I should smile// Says everything’s going to  be ok// Ok, I’ll bite// Ok, I’ll smile.

Come non apprezzare la pseudo ballata di “Monster’s Among Us” forse la traccia più interessante e poetica del disco, dove il cantato non esiste, è un costante reading che si immerge in una trama gentilissima di chitarra che adagia le radici sul terreno fertilissimo di un groove pacato e stabile, non tanti riempitivi ma solo una dimensione in terzine.

“Your Neibhgours Are Faliures” è un disco che soddisfa a pieno, se portiamo l’analisi alla radice dei generi, sia un orecchio Metal che un orecchio Punk senza tralasciare una cura meticolosa alle tematiche e alla composizione lirica dei testi.

Articolo di Alessandro Marano

Tracklist “Your Neighbors Are Faliures”

  1. Along Came A Bastard
  2. Circus
  3. The Man Who Never Cries
  4. Plastic Tongues
  5. Have You Tried Jogging?
  6. Chewing On Vitamins
  7. Sorry You Are Not A Winner
  8. Solo Trip
  9. Monsters Among Us
  10. Show Me Yours

Line up Bitter Branches Tim Singer Voce / Matt Ryan Chitarra /Kevin Sommerville Chitarra / Dan Yemin Basso / Jeff Tirabassi Batterie

Bitter Branches online:

http://www.equalvision.com/artists/bitter-branches/
https://bitterbranches.bandcamp.com/
https://www.instagram.com/bitterbranchesband

Iscriviti alla newsletter

Condividi il post!