21/06/2024

Marlene Kuntz, Castelvolturno (CE)

21/06/2024

Apolide Festival, Ivrea (To)

21/06/2024

Air, Roma

21/06/2024

Motta, Ivrea (TO)

21/06/2024

La Prima Estate Festival, Lido di Camaiore (LU)

21/06/2024

NewDad, Piacenza

21/06/2024

Tre Allegri Ragazzi Morti, Padova

21/06/2024

Mercanti Di Liquore, Fontanelice (BO)

22/06/2024

Apolide Festival, Ivrea (To)

22/06/2024

Air, Ferrara

22/06/2024

BIG HAPPY FEST!, Forlì

22/06/2024

…A Toys Orchestra, Prato

Agenda

Scopri tutti

I Boschi Bruciano “Riserve”

Un mix di Rock abrasivo ed Elettronica, un inno di ribellione contro la noia, le frustrazioni e le ansie delle nuove generazioni

I Boschi Bruciano nasce come quartetto dall’idea dei fratelli Pietro e Vittorio Brero, e con il loro album d’esordio, “Ci pesava”, mostrano da subito di avere una precisa identità sia nel sound che nei contenuti. Due chitarre, basso e batteria sviluppano un groove completo e impattante in dodici trascinanti tracce che forniscono l’ennesima prova di quanto la scena alternative rock italiana sia estremamente vitale, per portare alcuni esempi, ed è proprio in questo contesto che la band cuneese guadagna il suo spazio.

Il 24 marzo 2023 esce il loro secondo album, fuori per Bianca Dischi. Fra il primo e il secondo album la line up perde due elementi, I Boschi Bruciano diventa un power duo costituito dai soli fratelli Brero, “ Riserve” è il risultato di un lungo lavoro di ricerca in studio, il sound si evolve ancora più verso l’Alternative, la parte di synth e tastiera diventa più importante, l’inserimento di elementi elettro non toglie spazio ma enfatizza ancor più le doti del batterista Vittorio, che sviluppa un beat avvincente e pieno di variazioni e accenti, così come diventa ancor più incisivo e graffiante il riff di chitarra di Pietro. Il risultato è un innovativo mix di Rock abrasivo ed Elettronica, se vogliamo più identitario rispetto al primo album, otto tracce che si ascoltano tutte d’un fiato gridano a squarciagola il disagio di una generazione educata all’ambizione e allo stesso tempo relegata alla monotonia asettica della vita di provincia, ci parlano di un mondo che sembra impazzire ogni giorno di più, delle provincie italiane, del rapporto noia/degrado, della necessità di urlare io esisto!.

“Saranno altri” esprime senso di noia e frustrazione quasi palpabili, come vedere il ciclico ripetersi delle settimane, oggi è venerdì non ci resta che bere, il sentirsi una busta di plastica, sempre meno coinvolti sempre più vuoti e inutili davanti a una vita che sembra già scritta, l’alcool come unico anestetico per la noia. Il bisogno impellente di ribellarsi a questa routine a qualsiasi costo emerge forte e chiaro in “Rosso”, terza traccia dell’album in cui spicca in modo particolare la scelta elettro con un lavoro particolarmente importante di synth e tastiere, lontano anni luce dalle sonorità del primo album. Meritevole di un ascolto attento anche “America”, uno dei singoli che ha anticipato l’uscita del disco (di cui Rock Nation ha pubblicato la video-première), in cui è ancora più evidente il dualismo fra Rock grezzo tagliente e sonorità elettroniche che caratterizza tutto il nuovo lavoro. Sentiamo di aver trovato uno stile che ci calza a pennello e non vediamo l’ora di viverlo live per poi distruggerlo in visione di un nuovo disco.

Il tour è attualmente in corso, le prossime date saranno il 29 aprile a Cremona, il 25 maggio prenderanno parte al Senza Far Rumore festival di Cisano Bergamasco e il 27 maggio a Treville (TN) si esibiranno nel corso del Montagne Rock Festival.

Articolo di Andrea Ciccola

Track list “Riserve”

  1. Km zero
  2. Saranno altri
  3. Rosso
  4. Rock n’ Roll
  5. Supero Ogni Limite
  6. America
  7. Il mio futuro
  8. Addio

Line up I Boschi Bruciano: Pietro Brero: voci, chitarre e bassi / Vittorio Brero: batteria, percussioni e cori

I Boschi Bruciano online:
https://www.instagram.com/iboschibruciano/
https://www.facebook.com/IBoschiBruciano/

© Riproduzione vietata

Iscriviti alla newsletter

Condividi il post!