Roommates - Live Acoustic Sessions

Roommates “Live Acoustic Sessions”

È una combinazione molto semplice ed essenziale ma nelle sonorità si nota robusta esperienza e affiatamento

“Live Acoustic Sessions” è una sessione in diretta live registrata in una notte pandemica da parte della band ligure Roommates, appena uscita sotto etichetta VREC.

I periodi più bui di questo ultimo anno e mezzo paiono ormai alle spalle e, bisbigliando, guardandoci intorno con fare circospetto, possiamo sperare che non tornino più. La musica live ha subito un duro colpo e sta ripartendo, quella in studio ha patito meno ma sicuramente la pandemia ha fatto del male alle vite di ognuno e alla vita della musica stessa.

Sono però nate alcune possibilità, alcuni eventi e occasioni di stare insieme con la musica anche se non fisicamente, e di questo oggi vogliamo parlarvi. Vi parliamo di una notte in studio di registrazione di una band dell’estremo ponente ligure che abbiamo già recensito: i Roommates. Questi quattro musicisti hanno realizzato una diretta per Rock’n’Roll radio quando i live non erano possibili (mantenendo le distanze) nel programma di Nyva e Luca The Hater. In seguito hanno pensato di realizzare un disco live con tali brani (anche per ovviare alla compressione audio di YouTube) e distribuirlo tramite la loro etichetta VREC su tutte le piattaforme digitali.

La sessione è di cinque brani, tre dal loro secondo disco Roots e due cover, di JJ Cale e dei Lynyrd Skynyrd, band che ormai quattro anni fa condivise una loro rivisitazione direttamente sulla loro pagina Facebook e alla quale i Roommates sono particolarmente affezionati.

Si parte con “Deep Feeling”, loro secondo singolo, un brano che parla della dannazione dell’odio che lega le persone, si passa alla allegra “Call Me The Breeze” (se guardate il video, Luca The Hater condisce il tutto con spezzoni della saga di Hazzard), il loro primo singolo “Pride” anticipa una delle più belle ballad della storia, “Simple Man”, uno dei brani più caldi e semplici della musica, reinterpretato in maniera magistrale. Si chiude infine con la title track del loro ultimo disco, Roots, abbondantemente ri-arrangiata per l’occasione.

In questa versione le chitarre acustiche dei due seicordisi la fanno da padrone, Spallarossa riduce il suo set di batteria a un cajon usato come cassa e un rullante, infine Oreggia si “limita” alla voce senza il supporto del basso. È una combinazione molto semplice ed essenziale ma nelle sonorità si nota una robusta esperienza e affiatamento a questa combinazione. Molto molto gustosa.

Vi lascio i link per l’ascolto e vi consiglio caldamente il disco “Roots” (la nostra recensione)

Articolo di Francesca Cecconi

Tracklist “Live Acoustic Sessions”

1. Deep Feeling
2. Call Me The Breeze (JJ Cale cover)
3. Pride
4. Simple Man (Lynyrd Skynyrd cover)
5. Roots

Line up Roommates:

Mr Breeze – Chitarra e voce / Danny B – Chitarra e voce / Marco Oreggia – Voce (senza basso stavolta) / Alessio Spallarossa – Percussioni

Iscriviti alla newsletter

Condividi il post!

29/10/2021

Kings Of Convenience, Bologna

29/10/2021

La Municipàl, Pisa

30/10/2021

Ancillotti, Genova

30/10/2021

Kings Of Convenience, Bologna

30/10/2021

La Municipàl, Torino

31/10/2021

Aiazzi/Maroccolo, Roma

01/11/2021

Kings Of Convenience, Milano

01/11/2021

Black Country,New Road, Bologna

02/11/2021

Black Country,New Road, Ancona

03/11/2021

Nothing But Thieves, Milano

Agenda

Scopri tutti