The-Broken-Beats

The Broken Beats “The Gig”

The Broken Beats tentano la carta internazionale con un album confezionato in maniera superba

The Broken Beats sono quella che si può considerare una moderna power pop band e “The Gig” in uscita sul mercato internazionale l’11 dicembre  2020 su Target Records è un piccolo gioiellino di questo genere.

Lasciate da parte le influenze anni ’60 e ’70 tipiche dei classici di questo sottogenere del Rock’n’Roll, il sound dei The Broken Beats deve più al quel mood inquieto sempre a cavallo fra luce e ombra proprio degli anni ’90.
Ma pur vestendosi di abiti a tratti colorati, a tratti grigi, la freschezza e la qualità delle otto tracce contenute in questo album non può che risaltare così “The Gig”, pur nella sua mezzora scarsa di durata, o forse proprio per questo, ti sbatte in faccia una selezione di canzoni, ognuna delle quali esercita un appeal tutto suo.

The-Broken-Beats

L’effervescente opener “Eternity” con il suo ritmo incrollabile e un bellissimo basso che tesse linee nascoste ma che muovono in continuazione il pezzo, e la seguente “Close Your Eyes” con il suo ossessivo e accattivante ritornello, sono già due composizioni da manuale per eleganza e tiro. La più alternativa ma sempre poppeggiante “Here We Go” incastra chitarre più riottose con cori mai eccessivamente zuccherosi, e se vi mancava un pizzico di Pop dal gusto tipicamente britannico e molto anni ’80 ecco “Carried Away”, ariosa e rassicurante.

La ballata “Homeless Love” smorza i toni, rifugiandosi in un arrangiamento delicato che ben accompagna le parole sconsolate di Kim Munk, mentre la seguente “Words Are Small” prosegue il cammino sul versante più acustico e più intimo dell’autore. La doppietta finale di “With A Little Love You Can Try” e “Christmas On My Mind” riveste di contenuti natalizi due squisite pop song che, fra suoni di percussioni e tastierine plasticose intonano melodie assolutamente prevedibili e per questo ancora più accattivanti.

The Broken Beats tentano la carta internazionale con un album confezionato in maniera superba, non vogliono cambiare niente e questo è chiaro, ma saper scrivere una perfetta canzone pop di tre minuti per alcuni è ancora considerato un atto rivoluzionario.

Articolo di Andrea Bartolini

Track list “The Gig”

Eternity
Close Your Eyes
Here We Go
Carried Away
Homeless Love
Words Are Small
With A Little Love You Can Try
Christmas On My Mind

Line up The Broken Beats

Kim Munk – voc/guitar
Simon Stadsholt – voc/Bass
Simon Meiner – Voc/drums
Jakob Ridder Povlsen – Violin
Johanne Andersson – voc/Cello
Mikkel Almholt – voc/key/piano

Iscriviti alla newsletter

Condividi il post!

20/01/2022

Roberto Angelini, Torino

26/01/2022

Pier Cortese, Bologna

27/01/2022

Cheap Wine, Bergamo

27/01/2022

Mogwai, Milano

28/01/2022

Nada, Prato

28/01/2022

Cheap Wine, Pavia

28/01/2022

Mogwai, Roma

29/01/2022

Mogwai, Modena

01/02/2022

Boston Manor, Milano

05/02/2022

Jethro Tull, Varese

06/02/2022

Jethro Tull, Padova

07/02/2022

Jethro Tull, Milano

Agenda

Scopri tutti