02/02/2023

Rancore, Torino

02/02/2023

Blindur, Torino

02/02/2023

Lepre, Terni

02/02/2023

Banco del Mutuo Soccorso, Lucca

03/02/2023

Dead Visions, Bologna

03/02/2023

Big Cream, Bologna

03/02/2023

Tacobellas, Bologna

03/02/2023

Strana Officina, Roma

03/02/2023

Foja, Torino

03/02/2023

Rancore, Brescia

Agenda

Scopri tutti
The Lost ABC

The Lost ABC “Somewhere”

Un lavoro che richiama l’Ambient ma lo contamina con melodia, ritmo, timbri e con diversi generi musicali

The Lost ABC, l’alfabeto e la parola “perduto”. È emblematico il nome di questo nuovo progetto, al debutto il 28 maggio 2021 con l’album strumentale “Somewhere” su Memory Recordings, nato dalla mente di Gianluca Mancini e Massimiliano Fraticelli, entrambi musicisti e produttori di musica per cinema e documentari.

“Somewhere” nasce in questo strano anno in cui diversi artisti hanno deciso di dar vita a opere musicali in cui il testo e la parola vengono messi da parte per lasciare alla musica il ruolo da indiscussa protagonista. Perdere la parola non significa necessariamente non riuscire comunicare. Dopo l’ascolto di questo disco la sensazione che resta è quella di essere riusciti sì a comunicare, ma in un modo meno antropizzato e più primordiale, come se fosse la natura a parlare con la musica.

Il piano e gli archi presenti nel disco non sono mai stati registrati in studio ma in case di amici e parenti, in teatri e camerini durante i tour.  Un’intera sessione di violini e viole in una stanza di albergo. Questo, dicono i due artisti, per evitare la freddezza e l’anonimato del suono perfetto.

Ma non lasciamoci fuorviare da quello che potrebbe sembrare un atteggiamento integralista. I nove brani presenti nel disco fondono infatti archi, piano e chitarre con Noise e sintetizzatori, cercando di risanare la frattura tra uomo e natura, tra strumenti tradizionali e tecnologia. La musica come cura e riunificazione,  in un lavoro Ambient contaminato con melodia, ritmo, timbri e diversi generi musicali.

Così The Lost ABC riescono a prenderci per mano e ad accompagnarci in un viaggio a tratti struggente, malinconico, apocalittico, ma che offre anche momenti di più ampio respiro e di speranza, aprendoci così a nuove suggestioni e lasciandoci lì, a contemplare paesaggi onirici e reali allo stesso tempo.

Articolo di Ilaria Staino

Tracklist “Somewhere”

  1. The Last on Earth
  2. Corda
  3. White
  4. Fjord
  5. April
  6. Woon in Stripes
  7. Somewhere
  8. In My Head
  9. Electric Pigs

Line up The Lost ABC

Gianluca Mancini – pianoforte e sintetizzatori / Massimiliano Fraticelli – chitarre e noise

Iscriviti alla newsletter

Condividi il post!