25/09/2022

Foy Vance, Torino

27/09/2022

Opeth, Milano

27/09/2022

Three Days Grace, Milano

28/09/2022

Opeth, Roma

29/09/2022

C’Mon Tigre, Milano

30/09/2022

Paolo Nutini, Milano

30/09/2022

Negramaro, Milano

Agenda

Scopri tutti
Singoli 10 2022

Singoli #10 2022

Singoli selezionati nella settimana dal 14 al 18 marzo

Wyvern “The Race” Wormholedeath

“The Race” è il secondo singolo pubblicato dai francesi Wyvern, in anticipazione dell’album “Radiations” di prossima pubblicazione. La band tesse una trama di riff e figurazioni ritmiche quadrate e dirette, la voce diviene strumento alla stregua di chitarre e batteria e contribuisce con il suo ruolo in un gioco di geometrie sonore spigolose e affascinanti. Quando il Prog Metal non è solo involucro ma anche contenuto.

La Collera “Obliqui / imperfetti” Alka Record Label

Tagliente come un rasoio ma carica di empatia come la voce di un amico che è dura e sincera ma al tempo stesso è lì per sostenerti, questa è l’impressione che si ricava dall’ascolto del nuovo singolo “Obliqui/Imperfetti” della band milanese La Collera. A breve il loro album di debutto per Alka Record Label. Quando delle chitarre ti offrono la verità, solo tu puoi decidere cosa farne.

I’m Not A Blonde “Speak Loud” Inri/Metatron

Nuovo singolo per il duo pop tutto al femminile I’m Not A Blonde, “Speak Loud” è un altro effervescente concentrato di chitarre, elettronica e melodia che contribuisce a far crescere l’attesa per il nuovo Ep “This Light”. Positivo, fresco ed orecchiabile.

Rioghan “Breath” Inverse Records

L’artista finlandese Rioghan si appresta a pubblicare il disco di debutto “Different Kinds Of Losses”, e “Breath” è il primo singolo. Gotico, epico e progressive in un’accezione non fine a se stessa, tutto magicamente tenuto insieme dalla bella voce di Rioghan Darcy, incredibilmente pop ma assolutamente credibile e perfettamente calata nel contesto.

Rammstein “Zeit” Virgin Records

Il nuovo singolo dei Rammstein “Zeit” darà il titolo all’attesissimo nuovo album della band tedesca, che avrà l’arduo compito di eguagliare almeno le vendite multi platino del loro album del 2019. Un pezzo maestoso e evocativo, come nel loro stile, imperniato sul concetto del tempo, della mortalità e della ricerca del momento perfetto in perenne contrasto con la consapevolezza della fine. Da segnalare uno spettacolare video che accompagna il singolo.

Fantastic Negrito “Oh Betty” Storefront Records

Il nuovo album arriverà a giugno, intanto Fantastic Negrito pubblica il secondo singolo “Oh Betty”, questa volta il pezzo parla chiaro sbilanciandosi verso gli argomenti che l’album e tutto il progetto “White Jesus Black Problems” promette di trattare. Un riff blues e un amore interraziale nell’America di duecento anni fa, un groove arcaico con un vestito moderno e una voce, quella di Fantastic Negrito che si sprigiona dal basso e sale fino alla totale consapevolezza.

Zombies No “A Letter From Nowhere” Epidemic Records

Punk band cosmopolita quella dei Zombies No, formati in Venezuela e ora stabiliti in Europa fra Francia e Italia. Il loro nuovo album “The Big Reset” è di prossima pubblicazione e il singolo “A Letter From Nowhere” tratta proprio dell’essere cittadini del mondo pur mantenendo un legame con le proprie radici. Adrenalinici, taglienti, orecchiabili e ferocemente precisi.

Suasion “Infinite” Atomic Fire Records

Il singolo “Infinite” dalla band metalcore dei Suasion farà parte del nuovo album al quale il gruppo si è approcciato in stile cinematografico, preparandosi a produrre una serie di video che raccontano una avventura di stampo sci-fi nella quale loro stessi sino protagonisti e che culminerà con la pubblicazione dell’album. Il Metal, l’Elettronica e il Pop miscelati non in egual misura fanno da colonna sonora a questo ambizioso progetto.

Senna “Letto” Artist First

Cosa si riesce a fare durante le ultime vacanze di Natale con uno studio casalingo e molto talento? Il singolo appena pubblicato dai Senna “Letto” è un buon esempio. Fra ossessioni analogiche e lo-fi, gusto per la melodia e misura negli arrangiamenti, il brano è una celebrazione dell’aspetto fisico e passionale dell’amore, senza uscire dalle righe, con eleganza.

Articolo di Andrea Bartolini

Iscriviti alla newsletter

Condividi il post!