02/10/2022

Counting Crows, Padova

02/10/2022

Ministri, Bologna

02/10/2022

Marlene Kuntz, Palermo

03/10/2022

Sigur Ros, Padova

03/10/2022

David Keenan, Torino

03/10/2022

Will & The People, Milano

03/10/2022

Godspeed You! Black Emperor, Roma

04/10/2022

Sigur Rós, Milano

Agenda

Scopri tutti
Singoli 17 2022

Singoli #17 2022

Singoli selezionati nella settimana dal 2 al 6 maggio

Michael Monroe “Can’t Stop Falling Apart” Silver Lining Music

Manca poco alla pubblicazione del nuovo album di Michael Monroe, “I Live Too Fast To Die Young”, prevista per il 10 giugno. Intanto il nuovo singolo “Can’t Stop Falling Apart” continua a mantenere la febbre alta con una altra dose letale di Rock’n’Roll, di quello che ti ritrovi a canticchiare non appena il primo ritornello è passato. Michael Monroe ha cristallizzato nel bene e nel male il tempo intorno a sé e ovviamente lo ha fatto su un quattro quarti.

La Malcostume “Respira piano” Bagana B District

Marco Cardona da Bologna, in arte La Malcostume, pubblica “Respira piano”, suo interessante secondo singolo. Un testo non banale su una base elettronica a tratti sinistra ma dal cuore pop e con un bel ritornello, potete sbizzarrirvi nel cercare riferimenti e magari ognuno troverà i suoi, ma qui c’è della personalità.

Stinger “Roller Coaster” Rock Of Angels Records

Secondo singolo per gli Stinger, “Roller Coaster” è un Rock semplice e diretto con un bel tiro e un ottimo ritornello. D’altra parte lo stile della band è questo, e l’album “Expect The Unexpected” che esce il 13 maggio siamo sicuri non potrà che confermarlo.

Female President “Nine Nineteen” 

In arrivo un Ep a giugno per i Female President, il singolo ”Nine Nineteen” è un ottimo apripista, un pezzo fra Tex Mex e Rock’n’Roll, che ritmicamente balla nel vero senso della parola, viaggiando con leggerezza da un bpm a un altro, fregandosene allegramente e rendendolo ancora più vivo e spontaneo.

Omni Of Halos “Care Free” Lovely Records

Secondo singolo per gli svedesi Omni Of Halos, “Care Free” è un Rock martellante e come sempre addolcito dal suono della pedal steel guitar, accessibile melodicamente ma non zuccheroso, una delle cose più fresche che si possa trovare nella categoria “chitarre distorte”.

The Leaf “Blackness”

“Blackness” è il primo singolo che anticipa il disco di debutto dei The Leaf che uscirà il 20 maggio a titolo “Duplicity, Beings”. La band milanese propone una interessante miscela di Post Punk dalle tinte dark con una voce femminile altamente evocativa, un mid-tempo che gioca con il vuoto e il pieno per tutta la durata del pezzo e che promette molto bene per il futuro di questa band.

The Cruel Intentions “Kerosene” Indie Recordings

Fossero usciti sul finire degli anni ’80, le etichette sleaze metal, street metal, si sarebbero sprecate, oggi preferisco dire che “Kerosene” dei The Cruel Intentions è un gran pezzo di Hard Rock’n’roll vecchia scuola con un bel ritornello che ti si stampa in testa, ben suonato ma non eccessivamente pulito, come deve essere.

Bloc Party “If We Get Caught” Infectious/BMG

Un pezzo accattivante e incalzante, “If We Get Caught”, il nuovo singolo dei Bloc Party tratto dall’album appena pubblicato “Alpha Games”. L’ultimo guizzo per rubare un momento di felicità e piacere da una situazione che oramai è arrivata alle battute finali, siamo umani e sensibili al piacere anche quando si manifesta con chitarre e batteria.

Indigore “Body & Soul”

Gli Indigore sono italianissimi e nascono sulla base di dodici anni di musica e amicizia che legano tre quarti della band; il cantante Davide si è aggiunto in seguito e ancora non hanno un batterista in pianta stabile. Hanno registrato sette brani e girato sette video, il loro disco di debutto di prossima uscita si intitola “In The Gore”, “il singolo “Body & Soul” è una celebrazione del sentirsi vivi, umani e presenti nel momento in cui si vive un sincero momento di affetto e calore umano, bella voce e ottimi intrecci chitarristici.

Articolo di Andrea Bartolini

Iscriviti alla newsletter

Condividi il post!