06/12/2022

Talèa, Gorizia

06/12/2022

Tre Allegri Ragazzi Morti, Prato

06/12/2022

Voivod, Mezzago

06/12/2022

The Zen Circus, Bologna

07/12/2022

Pierpaolo Capovilla e i Cattivi Maestri, Pordenone

07/12/2022

Talèa, Vicenza

07/12/2022

Voivod, Cagliari

07/12/2022

Tre Allegri Ragazzi Morti, Cesenatico

07/12/2022

Voina + Garda 1990, Bologna

08/12/2022

Voivod, Roma

Agenda

Scopri tutti
Singoli 23 2022

Singoli #23 2022

Singoli selezionati nella settimana dal 20 al 25 giugno

Vante “Watch The Sunrise” Dark Star Records

“Watch The Sunrise” è il secondo singolo estratto dall’omonimo album di debutto degli statunitensi Vante. Impetuoso e diretto Heavy Rock, dalle sonorità aggressive e senza compromessi, la voce è corposa e riesce a tenere testa al tappeto di chitarre ultra compresse concedendosi una linea vocale che richiama a certe cose di scuola Seattle anni ’90. Bel singolo.

The Rasmus “Rise” Playground Music Finland

Il nuovo singolo dei finlandesi Rasmus si chiama “Rise”, dopo l’esperienza dell’Eurovision, la band torna con questo orecchiabile Rock dal grande riff e dai risvolti sinfonici. Il brano sarà anche la title-track del prossimo nuovo album della band ed è stato scritto insieme al produttore Desmond Child, un nome che da solo odora di profumo di classifica. Chissà che non sia la volta del ritorno dei Rasmus fra le posizioni che contano.

Kurt Deimer “My Dad”

Nella musica di Kurt Deimer la glorificazione, il tributo verso figure e persone che arricchiscono con le loro gesta la vita di tutti i giorni, sia con piccole o grandi imprese, è un tema ricorrente. Con il precedente singolo Kurt aveva tributato gli eroi di tutti i giorni che servono la comunità anche a costo della vita; nel nuovo singolo “My Dad” Kurt guarda alla figura di suo padre, spostando quindi il discorso su un piano più personale ma nel quale ognuno può benissimo riconoscersi. Il brano è emozionante, la piena e corposa tessitura strumentale ben si sposa con il timbro evocativo di Kurt, un singolo intimo ed epico al tempo stesso.

Marlon Williams “Thinking Of Nina” Dead Oceans

Un Pop Rock crepuscolare, una melodia avvolgente e leggera, “Thinking Of Nina” è il nuovo singolo di Marlon Williams che scomodando gli anni ’80 ci regala un assaggio del suo nuovo album “My Boy”, previsto uscire il 9 settembre di quest’anno.

Dry Cleaning “Don’t Press Me” 4AD

Un gran singolo per i Dry Cleaning, “Don’t Impress Me” anticipa il loro prossimo nuovo album “Stumpwork” in uscita il 21 ottobre 2022. La cantante Florence Shaw dice di aver scritto questa canzone come se stesse parlando al proprio cervello. Il pezzo infatti, seppur dotato di un accattivante ritornello, si comporta come se stesse reagendo a degli impulsi schizzofrenici provenienti dall’intimo interlocutore, in realtà sono le chitarre che a momenti trascinano la canzone su binari completamente differenti, salvo rientrare in tempo per offrirci una rassicurante melodia.

Marco Francomano “Colori”

Nuovo singolo per Marco Francomano, “Colori” è tratto dall’ep “Alieno” uscito il 3 giugno 2022. Marco Francomano parla dell’alienazione, della voglia di combatterla e della difficoltà ad uscire dalla propria comfort zone, le chitarre sottolineano con i loro vuoti e pieni l’alternanza fra questi differenti stati d’animo.

Greg Puciato “Never Wanted That” Federal Prisoner Records

“Mirrorcell” è il titolo del nuovo album di Greg Puciato e sarà pubblicato il 1 luglio, “Never Wanted That” è il secondo singolo tratto da questo album e conferma il grande talento di questo musicista, abituato a registrare in quasi totale solitudine i suoi lavori. Greg è attualmente in forza alla band di Jerry Cantrell in tour, la vibe che si percepisce nei suoi lavori e in questo singolo in particolare conferma la forte affinità fra la musica di Puciato e il suono del chitarrista degli Alice In Chains.

Ben Harper “We Need To Talk About It” Chrysalis Records  

Ben Harper pubblicherà il suo nuovo album “Bloodline Mainteinance” il 22 luglio, intanto esce il suo singolo “We Need To Talk About It”. Un torrido pezzo di Black Music, farcito di chitarre psych, fuzz e wah wah. Un ritorno alla blaxploitation degli anni ’70 e alla presa di coscienza della comunità afroamericana riguardo le loro origini, lo storico problema della schiavitù e quello ben più attuale del razzismo.

Aeraco “True North” Dark Star Records

Tornano gli Aeraco, hard rock band di Chicago, assenti dalle scene da parecchio, complice in parte anche la pandemia globale. Lo fanno con una nuova formazione e un nuovo singolo “True North”, brano carico di energia e pathos, complice una sofferta linea vocale. L’ingresso del nuovo batterista sembra aver aiutato il sound generale della band a crescere e il brano in questione ne è un ottimo esempio.

Articolo di Andrea Bartolini

Iscriviti alla newsletter

Condividi il post!